SERVIZIO CLIENTI: Numero Verde 800 910 143

Gio’ Minola

Giò Minola nasce a Torino e, terminati da poco gli studi classici, lo troviamo a Londra alla fine degli anni ‘50 come visualizer in una grande Agenzia Pubblicitaria. La sua avventura artistica come pittore inizia nel 1961 con l’incontro con il critico d’arte francese  Michel Tapiè all’International Center of Aesthetic Research,  galleria d’arte contemporanea inaugurata in quegli anni a Torino. Sono per Giò Minola anni straordinari per la sua formazione artistica caratterizzati dalla vicinanza e dalla frequentazione con i maggiori maestri del ventesimo secolo italiani e stranieri e, in particolare con i pittori giapponesi del gruppo Gutai tra i quali JiroYoshihara, Kazuo Shiraga, Atsuko Tanaka.

Nel 1966 entra a far parte del gruppo “Lettriste” di Parigi, movimento artistico basato sul gioco delle parole usate non per il loro significato letterale ma come puri segni grafici.

Con i lettristes egli espone alcuni suoi quadri al Musèe d’Art Moderne de la ville de Paris nel 1966 e nel 1968. Poco alla volta Giò Minola si stacca dal puro segno grafico fino ad evolversi in uno spazio pittorico con le linee di colore che giocano a rincorrersi sulla tela in un’astrattismo surreale. L’anno seguente partecipa all’esposizione “Spazi Astratti” alla Galleria Cortina di Milano insieme ad altri artisti informali come Fontana, Mathieu, Tapies, Accardi. Negli anni successivi la sua attività di pittore si realizza con la partecipazione a mostre internazionali in Germania, Francia, Italia e Giappone.

Continuando parallelamente la sua attività professionale nella pubblicità esegue tra il 1980 e il 1984 diversi lavori di design e crea una serie di poster per le stagioni operistiche del Teatro Regio di Torino che verranno esposti nel 1985 nel salone de “La Stampa” di questa città.  Oggi, l’astrazione di Giò Minola, iniziata negli anni ‘60 con una tecnica calligrafica, si è progressivamente espansa fino a creare quello spazio pittorico peculiare della sua pittura attuale dove si apprezza la sovrabbondanza di segni, forme e colori.

Ha esposto le sue opere in numerose  mostre personali e collettive in Italia e all’estero.

 

PER ACQUISTARE LE SUE OPERE CLICCATE QUI

Leggi tutto...

Log in or create an account