SERVIZIO CLIENTI: Numero Verde 800 910 143

Piero Rasero

Piero Rasero, nato a Torino nel 1947, è un pittore figurativo paesaggista realista. Vive e opera a Carmagnola (Torino). Nella sua pittura predilige l'olio su tela ma lavora anche in "olio magro" (antica tecnica di inizio Novecento in cui i colori sono diluiti in modo da ottenere un effetto simile agli acquerelli), litografie e serigrafie. Vari suoi dipinti sono inoltre stati riprodotti in poster e distribuiti a livello internazionale.

   E’ presente sulla scena pittorica nazionale ed internazionale da oltre quarant’anni con la partecipazione a prestigiose expo d’arte e mostre personali in tutta Italia tra cui citiamo: Massa, Marina di Massa, Viareggio, Prato, Viterbo, Bari, Lucca, Marina di Pietrasanta, Forte dei Marmi, Milano, La Spezia, Pisa, Brescia, Aosta, Lerici, Pinerolo, Torino, Rapallo, Piacenza, Sassari, Carmagnola, Loano, Padova, Verona, Cremona, Otranto, Ferrara, Saluzzo, Savigliano, Alassio, Amalfi, Parma, Cherasco, Firenze, Caserta, Rometta Marea, Alba, Bologna, Forlì, Portofino, Taormina, Taranto, Roma, Udine  e all’estero  Londra, Birmingham (GB), Schwenningen (D), Monte Carlo (MC), Parigi, Cannes, Vence, Divonne les Bains, Aix-en-Provence (F), Helsinki (FIN), Oporto (P), Gulpen (NL), Dublino, Cork (IRL), Barcellona (E),  Sharjah, Dubai (EAU), New York, Miami, S. Diego (USA), Santa Fe, Rosario, Buenos Aires (ARG), Vancouver, Montreal (CDN)  e  in numerose altre città italiane e straniere.

   Più di 400 pubblicazioni tra volumi d'arte, enciclopedie, cataloghi, siti e riviste specializzate riportano le sue opere e la sua attività: si citano per tutti i cataloghi nazionali "Il Quadrato", "Comanducci-Comed", "Arte Moderna (ex Bolaffi)", "Art Diary"; Exibart, Arte (Mondadori), Guida all'investimento artistico, Grandi Maestri, ecc... nonché la monografia “Rasero” di Merlino Sara, Ed Astegiano, 2009.

    Hanno parlato di lui quotidiani e periodici tra i quali  La Nazione, Il Tirreno, Il Messaggero, Paese Sera, Il Secolo XIX, L’Unità, Il Giornale di Brescia, Brescia Oggi, Bari Sport, La Gazzetta del Popolo, Stampa Sera, Middlesex Chronicle, Hounslow Times, Il Biellese, La Libertà, La Prealpina, L’Eco del Chisone, Il Nuovo Giornale, Il Corriere di Chieri, La Gazzetta d’Alba, La Stampa, La Nuova Sardegna, Il Giorno, La Repubblica, Il Corriere della Sera, Bra Oggi, Il Mercoledì, Il Mattino, The West End Times, Il Carmagnolese, Il Mercoledì, Il Giornale, Il Corriere di Caserta, Taranto Sera, Les Pays Gessien, Il Messaggero Veneto, Il Sole 24 Ore, Monaco-Matin, Nice-Matin, Evening Echo, Divonne animation, La Cote, La Provence, Irish Indipendent, Voir Montréal, Miami Herald, The West End Time, Aix Pauses, Léman sans Frontières, Mirror Quebecor, Le Journal de Montréal, The Emirates, radio e TV private terrestri e satellitari, TMC, SKY, la RAI, ecc.

   Membro di autorevoli Accademie, ha ricevuto premi e riconoscimenti; sue opere fanno parte di svariate collezioni private, in Europa (dalla Norvegia alla Spagna, dalla Finlandia alla Germania) e anche al di fuori dell’Europa (dall’Australia al Canada, dal Sudafrica agli Stati Uniti al Venezuela) e sono presenti al Sharjah art Museum degli Emirati Arabi Uniti, al Museum of Americas di Miami negli USA e al Museo Internacional de Arte  Venado Tuerto, Santa Fe (Argentina).

   Dell’attività di Piero Rasero si sono interessati critici, giornalisti e scrittori, tra questi ricordiamo Gerard Argelier, Giorgio Barberis, Anna Biondolillo, Claudia Bocca, Angela Canepa, Nietta Castrin, Massimo Centini, Ennio Concarotti, Donat Conenna, Andrea Diprè, Giorgio Falossi, Tersilla Gatto, Emanuele Lazzini, Paolo Levi, Francesco Lodola, Mario Marchiando Pacchiola, Luciano Marcucci, Sara Merlino, Angelo Mistrangelo, Franco Mondello, Carlo Morra, Flaminio Novelli, Antonio Oberti, Beppe Palomba, Alfredo Pasolino, Piero Perona, Elio Rabbione, Michelangelo Romano, Enzo Santese, Sandro Serradifalco, Gino Spinelli de Sant’Elena, Aldo Valleroni.

 

"...Piero Rasero è un artista che riconduce il paesaggio alla sua realtà poetica, esaltandone i particolari senza trasformare in chiave di sogno ciò che egli capta con animo puro nel quotidiano. Il Vero, la Verità, per questo maestro della tavolozza, sono già sogni visibili, senza dover giocare d'astuzia con il surreale. Lavori dal difficile studio prospettico e di luce ci fanno condividere la tranquillità di un mondo incontaminato, entro il quale vorremmo, perché no? navigare, ritirarci, ripararci. Piero Rasero si esprime tramite l'affrontare la bellezza del mare e le sue case assolate, estive, dove le bouganvillee avvolgono, in uno scialle rosso-giallo, i muri. Si direbbe che gli esterni di Rasero siano impregnati di un'atmosfera, di una sensibilità così segrete e toccanti per cui all'osservatore è chiaro quanta civiltà interiore vi sia in questi lavori, composizioni dov'è esaltata la semplicità della natura, mai declamata. Dalle sue opere viene incontro un dolce presagio di serenità, grazie a una luce impalpabile e diffusa, intessuta da un senso di sospensione, di attesa misteriosa, di dolcezza calda, estiva..." 

Nota Critica di Paolo Levi

 

PER ACQUISTARE LE SUE OPERE CLICCATE QUI 

 

 

Galleria immagini

Log in or create an account