SERVIZIO CLIENTI: Numero Verde 800 910 143

Antonio Calabrese

Antonio Calabrese, autodidatta da sempre appassionato alla pittura ha fortemente cercato in essa il mezzo per esprimersi.
E’ nato a Nardò in provincia di Lecce nel 1947. Si è diplomato maestro di scuola all'Istituto Magistrale. Successivamente ha insegnato nelle scuole elementari.
Nel 2004 ha iniziato a dipingere cercando un dialogo con un pubblico più vasto e da allora si è orientato sia nella tecnica, sia nell'uso del colore che nel contenuto espositivo verso un suo surreale, trovando in esso i modi per esternare ciò che gli era necessario. La sua ricerca, soprattutto nella fase iniziale, si è orientata verso una osservazione e rappresentazione di paesaggi inondati di luce in una dimensione vicina al surreale e alla metafisica. Ha proseguito poi nell’esplorazione di realtà fiabesche, irreali, cariche di colore e di immagini sottratte a piene mani al mondo della fiaba tanto vicina all’infanzia.
Servendosi degli elementi in essa presenti, dei contenuti di ambienti legati ai profondi immaginari della fanciullezza vissuta ha raccontò sentimenti ed emozioni, ha cercato di presentare i contenuti del positivo, del bello, del buono, del non contaminato dalle ostilità che il vivere pone incessantemente ed inevitabilmente all’umana specie.
Ha partecipato a alcune manifestazioni e mostre collettive e personali.
 
Personale a " Trevisi Accademie" Treviso dal 28 febbraio al 14 marzo 2009.
Collettiva a: "Galleria d' Arte Mentana" Firenze dal 9 al 27 ottobre 2010.
I Biennale Internazionale città di Lecce- 2010
Collettiva a: “Galleria Stomeo “ a Martano dal 26 marzo al 10 aprile 2011.
Partecipazione all’evento SALENTOSILENTE dal 1 al 31 luglio 2011.
Collettiva a “Museo Faggiano”Lecce dal 1 al 19 dicembre 2011.
II Biennale Internazionale città di Lecce- 2012
Presente nella Pinacoteca di Luxor ( Egitto )
Presente nell'Art&Co Gallerie
I Biennale Internazionale Città di Palermo 2013.
Collettiva "ONCE UPON A TIME" 2013 Lecce.
Personale Lecce Art&co 2014.
Personale L’Art Gallery Parma 2016.

Il mondo dipinto da Antonio Calabrese, è un mondo di semplicità, mistero, gioia e incanto. Le sue visioni vanno affrontate con calma, per lasciarsi perdere in quel coro di luci, espressioni e colori di ogni sua opera. Mette i colori direttamente sulla tela, pronto a cogliere il caso o l’immaginazione improvvisa, e questo che da alla tela una sincerità assoluta, un labirinto poetico in cui perdersi e ritrovare poi nei colori la gioia di vivere.
La ricerca pittorica viene portata avanti da anni in modo lento e metodico, dopo le figure reali è arrivato il mondo fantastico, perché li si trovano la luce e gli elementi naturali, necessari al suo spazio ideale. Il luogo della memoria, è più che la felicità dell’infanzia, un mondo affascinante dove racconta una memorabile storia tra piante e fiori, dove abitava da bambino.
Ha avuto la fortuna di vivere veramente in un altro mondo. Il mondo surreale “favoloso” di Calabrese è il paradiso in terra, il gioco e i colori esprimono la condizione ideale attraverso la quale l’uomo si mette in relazione con esso. Ecco che anche i bambini acquistano un senso nuovo, insieme a quel mondo terreno in cui aspettano il vero mondo migliore.
Ama sottolineare la sovrapposizione di due memorie, quella dell’infanzia e quella dell’uomo dove un bel giorno il gioco diventa poesia.

 

 

PER ACQUISTARE LE SUE OPERE CLICCATE QUI

Log in or create an account