SERVIZIO CLIENTI: Numero Verde 800 910 143

Giancarlo Lei

Giancarlo Lei è nato a Modena, dove vive e lavora. Negli anni più recenti è stato presente nelle grandi fiere internazionali dell’arte.

Le sue mostre personali hanno cercato, attraverso scelte rigorose, il pubblico dei collezionisti che meglio potesse avvertire lo sforzo e l’impegno nella maturazione della propria espressione artistica, sia pittorica che scultorea. L’opera di GianCarlo Lei è stata sostenuta da importanti critici italiani, fra i quali Marcello Venturoli, Tommaso Paloscia, Carlo Franza, Paolo Levi, Michele Fuoco e Ferruccio Veronesi.

La scultura di Gian Carlo Lei nasce, dopo la pittura, come linguaggio di ulteriore purificazione delle forme, desiderio di novità e insofferenza nei confronti di modelli tradizionali. E’ la densità di significato al centro degli interessi dell’artista modenese, attraverso intriganti elementi che sostengono un’analisi, un gioco di relazioni e segrete identità. Si afferma un’idea di scultura più coerente con la caducità della natura umana che un linguaggio trasgressivo porta a scavi abissali, fino alle radici del senso dell’esistere. Abili innesti evidenziano, nell’incalzante antitesi di strutture, la concitazione emotiva con cui prende forma la scultura. Certi Frammenti, che pure possono avere un impianto in se’ conchiuso, gettano una luce tutta particolare sull’immagine, sempre “aperta” per una richiesta esigente e mai appagata di significati, di sensi molteplici. La naturalezza risiede, per il gusto delle divagazioni, nella stravaganza di dettagli curiosi, ricchi di contrasti e di allusioni, che diventano ingredienti di una rappresentazione bizzarra. Elementi che, nel taglio e nei paradossi, fanno acquistare un gusto sapido all’immagine, una carica umoristica per ritrovare, su un piano di pura ironia, la felicità di narrare.

Nota critica di Michele Fuoco

 

PER ACQUISTARE LE SUE OPERE CLICCATE QUI 

 

Galleria immagini

Log in or create an account